Guida Michelin: Nino di Costanzo sempre tra le stelle

GUIDA MICHELIN 2017, LE NUOVE STELLE
Per Nino Di Costanzo un ritorno al successo che premia la sua instancabile forza nel lavoro, nella tecnica e nella passione per la sua terra: Ischia. Una nuova avventura tutta sua sua radicata nella storia dei suoi sapori, profumi e tradizioni, Danì Maison è la sua piccola ma già grande creatura dove creare, inventare, conservare le migliori idee e ricette gastronomiche. Seconda stella a Napoli con Veritas di Gianluca D’Agostino.
Intanto i dati della nuova guida ci dicono che sono:
294 una stella, 41 due stelle e 8 tre stelle: questi i numeri della Guida Michelin 2017. Ma bene ricorfdare che con 343 ristoranti stellati l’Italia si attesta al secondo posto nel mondo come numero di stelle.
GUIDA MICHELIN 2017: TUTTE LE NUOVE STELLE

Le nuove stelle, come sempre il momento speciale tra le tante spettative di giovani chef. La Sardegna, con Il Corsaro di Cagliari dello chef Stefano Deidda; altra stella isolana per Accursio a Modica (RG) di Accursio Craparo. Nuova stella anche in Calabra a Pietramare, Isola di Caporizzuto (KR), chef Alfonso Crescenzo. Prendono la stella a Trani (BT) dello chef  Stefano Gennaro. Proseguiamo con Il Mosaico di Ischia, chef Giovanni De Vivo; Piazzetta Milù a Castellammare di Stabia (NA), Luigi Salomone. Tantissime le nuove stelle a Roma: The Corner (chef Marco Martini), Magnolia (chef Franco Madama), Bistrot 64 (chef Kotaro Noda) e Per Me di Giulio Terrinoni. Una stella a entrambi i ristoranti con Enrico Bartolini: da una parte lo chef Christopher Carraro al Casual di Bergamo, dall’altra Marco Ortolani a La Trattoria Enrico Bartolini di Castiglione della Pescaia (GR). 
Ancora l’Aminta Resort di Genazzano (RM), il Nostrano di Pesaro (PU) dello chef Stefano Ciotti, Il Pievano a Gaiole in Chianti (SI) dello chef Vincenzo Guarino, il Lux Lucis di Forte dei Marmi con Valentino Cassanelli, La Leggenda dei Frati a Firenze.
Ed eccoci a Milano, dove arriva la prima stella al Lume di Luigi Taglienti. Felix Lo Bassoriconquista la stella. Nuove stelle a La Tavola di Laceno Mombello (VA); 21.9 di Piobesi d’Alba (CN), chef Flavio Costa; Zappatori di Christian Milone a Pinerolo (TO); La Madernassa a Guarene (CN); il Nostrano di Pesaro (PU), chef Stefano Ciotti; Da Francesco a Cherasco (CN), Francesco Oberto. Stella anche al Vistamare di Latina e La Veranda di Bartolino (VR), i cui chef hanno però cambiato location.
GUIDA MICHELIN 2017: I RISTORANTI CON DUE STELLE E TRE STELLE
Dverse novità anche tra i due stelle, con ben cinque new entries.. , ad Antonio Guida del Seta di Milano e ad Enrico Bartolini, . Due stelle anche alla Locanda Margon di Alfio Ghezzi a Rvina (TN) e al Terra di Heinrich Schneider di Val Sarentino (BZ).
Infine, Otto tristellati erano e otto restano, non sappiamo al momento delle eventuali aspettative rimaste deluse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *