Passeggiate Emozionali, dal silenzio al suono evoluzione di forme dell’arte.

E in principio era il silenzio, poi venne il rumore ed infine, il suono. Interpretazione ed evoluzione dello spazio vuoto attraversato da forme sonore, rumore o musica, che si intervallano con il silenzio.

“Incontrando dopo anni Piero Mottola al Macro di Roma e prendendo spunto dall’Happening Philosophy, Inside The Silence – dentro il silenzio, curata qualche settimana fa nella splendida cornice della chiesa di San Nicola a Marzanello da Lucio Di Nocera, mi è sembrato particolarmente interessante sviluppare un dialogo con Piero Mottola alla luce della sua straordinaria pubblicazione “Passeggiate Emozionali”, un libro che racconta il suo percorso artistico che sta portando in diversi paesi del mondo. Un incontro che è anche un ritrovarci insieme nella nostra comunità”. Dante stefano del vecchio
Piero Mottola, brevi cenni di biografia.
Nato a Caianello mentre a Vairano Scalo frequenta la scuola e le sue amicizie, Piero Mottola da molti anni vive a Roma per inseguire il suo progetto artistico e di lavoro.
Artista e musicista eventualista. Docente di Sound Design, Accademia di Belle Arti di Roma. Direttore del LER laboratorio di estetica del rumore. Dal 1988 studia la soggettività e la libera interpretazione del fruitore a strutture visive e sonore attraverso esperimenti e misurazioni. I risultati di tali ricerche sono stati pubblicati nel libro Passeggiate emozionali, dal rumore alla Musica Relazionale, presentato in diverse Università italiane e internazionali e nell’ambito di trasmissioni culturali della radiotelevisione nazionale italiana, Rai Uno, Rai Radio Tre e Radio Cultura Argentina. Queste ricerche sono state presentate anche in diverse istituzioni museali internazionali: Fiac-Grand Palais Parigi (1992); Palazzo Esposizioni di Roma (1993); Artissima Lingotto Fiere Torino (1994); Hochschule für Musik und Theater di Lipsia (2011 e 2014); 54.Biennale Arte di Venezia (2011); XI.Biennale Arte dell’Avana (2012); Galleria OltreDimore Art Basel, Basilea (2012); II.Biennale Cina-Italia a Pechino (2013) e Torino (2015); 4.Biennale della Fine del Mondo in Cile (2015); Mamba, Museo Arte Moderno di Buenos Aires (2013); Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma (2013); Macro, Museo d’arte contemporanea di Roma (2015 e 2017); Museo Hermann Nitsch-Fondazione Morra di Napoli (2009 e 2015); Museo MAC di Santiago del Cile (2016); IV.Biennale Cina-Italia a Pechino (2016); Beijing Institute of Graphic Communication (2017); Istituto di Cultura Italiano di Pechino (2017).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *