Milano, Wine Hunter Award 2019, le novità wine&food presentate a “Spazio Campania”

Milano – Merano WineFestival: 15° WineHunter Award tra storia e novità della guida
alle eccellenze enogastronomiche. Presentate oggi nello splendido “Spazio Campania” di piazza Fontana a Milano le novità dell’edizione 2019 della guida WineHunter Award, aspettando il 28° Merano WineFestival (8-12 novembre 2019). La selezione di Helmuth Köcher che da 15 anni premia i prodotti italiani e internazionali d’eccellenza nelle categorie wine&food ricercando qualità, legame con il territorio ed emozioni.

Milano, 28 maggio 2019 – In attesa della 28^ edizione di Merano WineFestival, in programma dall’8 al 12 novembre 2019 nella elegante location del Kurhaus di Merano, a Milano sono stati presentati i metodi di selezione della guida che tutti gli anni premia l’eccellenza e la qualità attraverso una selezione accurata di prodotti vitivinicoli, culinari, distillati e birre. Questo e molto altro è la guida The WineHunter Award (award.winehunter.it), resa pubblica come ogni anno il 16 agosto e stilata dal patron dell’evento più glamour d’Italia con il sostegno di una commissione di assaggio d’eccezione. Come si struttura la guida, quali le modalità di partecipazione alla selezione e le tempistiche di assegnazione dei premi?

Durante la conferenza, moderata dal giornalista Andrea Radic coordinatore del sito internet “Guide de L’Espresso” e presenziata dal WineHunter Helmuth Köcher, da Mauro Giacomo Bertolli (The WineHunter tasting commission e dal giornalista Dante Stefano Del Vecchio, è stato sottolineato quanto siano la qualità in più, quella che riesce a distinguere le cose e a renderle uniche nel tempo, il legame con il territorio di appartenenza e l’emozione, gli elementi che Helmuth Köcher ricerca durante le degustazioni di selezione dei prodotti candidati alla guida The WineHunter Award. Il premio è attribuito a prodotti sia nazionali che internazionali e devono raggiungere un punteggio minimo di 88/100. Si struttura in categorie delineate da tre fasce di punteggio: Award Rosso (da 88 a 89,99 punti), Award Gold (da 90 a 94,99 punti) e Award Platinum (da 95 a 100 punti), il massimo riconoscimento assegnato e il più ambito per tutti i produttori. La selezione Platinum avviene in due fasi, la prima delle quali assegna un punteggio temporaneo di 93/100 che poi viene ridefinito entro il mese di ottobre tramite la definitiva assegnazione dell’Award Platinum o Gold. Quale la novità di quest’anno? Il WineHunter pubblicherà per la prima volta l’elenco di:

4) 100 migliori vini italiani in tutte le categorie (rossi, bianchi, rosati, dolci e bollicine…)
5) 5 migliori vini di una regione in tutte le categorie (rossi, bianchi, rosati, dolci e bollicine…)
6) Aziende vinicole italiane che con costanza partecipano da anni al Merano WineFestival e agli eventi WineHunter, confermando così l’alta qualità dei loro vini.
7)
Una caccia instancabile quella del WineHunter Helmuth Köcher, grandeinnovatore e garante di eccellenza nel mondo vitivinicolo e gastronomico nel rispetto del motto che da sempre anima la sua attività, che attraverso la guida The WineHunter Award, il Merano WineFestival e le sue anteprime, oltre aiWineHunter Events in Italia e nel mondo, vuole diventare per l’enogastronomia italiana una referenza per il mercato internazionale e riferimento per il food&wine di qualità sul territorio dell’Italia.

*Nel 2018, delle oltre 5mila etichette valutate, più di 2.500 sono state premiate all’interno della guida rispettivamente con l’Award Rosso (2.060 vini), l’Award Gold (450 vini) e l’Award Platinum (55 candidati e 34 vincitori di cui 9 come vecchie annate). Per quanto riguarda i prodotti gastronomici delle categorie Culinaria, Beerpassion e Aquavitae i premiati dalla guida sono stati 336 di cui 229 con l’Award Rosso, 181 con il Gold e 15 con il Platinum. Ogni anno il numero dei prodotti inviati alle commissioni di degustazione aumenta, a riprova dell’assoluto interesse da parte dei produttori ad entrare a far parte della prestigiosa guida The WineHunter Award, una garanzia di assoluta qualità ed eccellenza firmata dal WineHunter Helmuth Köcher e sottoscritta dal suo motto “Excellence is an attitude”.

8) “La Campania da oltre dieci Al Wine Festival ha trovato il contesto ideale per la promozione e valorizzazione dei vini e del cibo. Le piccole e medie aziende del territorio che esprimono tutto il valore della Biodiversità campana con i tantissimi vitigni autoctoni e i tantissimi prodotti agricoli, rappresentano una realtà unica per qualità e tradizione. Con un minimo di investimento il massimo del risultato per le Istituzioni campane,a Merano in particolare con la Regione Campania che ha una consolidata collaborazione con Merano ed proprio per questa importante e storica collaborazione che ieri la scelta di “Spazio Campania” a Milano è stata la naturale location per rappresentare i progetti che si sono realizzati e che si svilupperanno in futuro.”. Per la conferenza stampa una selezione di vini e prodotti con Quintodecimo, Terra di Lavoro, Mastroberardino, San Salvatore, Marisa Cuomo, Masseria Frattasi, Tenuta Fontana, Villa Matilde, Casa Setaro, I Favati Terre Stregate, Fontanavecchia, Cantina Di Lisandro, Caseificio La Baronia, Armatore e le pasteire, le sfogliate ricce e frolle di “Caffè Vesuvio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su